Il desiderio e il malessere che legano l'Islam all'Occidente nel racconto di vita di un musulmano in Italia. Non più scontro o crisi di civiltà, ma incontro delle diversità: è questo il passaggio cruciale di un Occidente che deve fare i conti con le proprie identità multiple e imparare a comprendere la complessità anziché combatterla. Khaled Fouad Allam, da sempre cittadino di due mondi, si pne alla confluenza tra queste identità e dal suo punto di osservazione privilegiato fa spaziare lo sguardo su luoghi ed eventi, sentimenti e umori dei nostri tempi: da Trieste a Qom, da Gerusalemme alle banlieues parigine, dalla rivoluzione iraniana del 1979 alla guerra in Iraq, dall'11 settembre al trionfo di Hamas nelle ultime elezioni palestinesi. La testimonianza diretta del proprio vissuto – l'infanzia in Marocco, i viaggi, il lavoro di giornalista, docente e parlamentare in Italia – si intreccia alla denuncia degli stereotipi e dei luoghi comuni che segnano la nostra comprensione di nodi problematici fondamentali quali la questione femminile; la separazione tra legge civile, morale e religiosa; l'uso ideologico dei concetti di gruppo etnico e comunità. "La questione per i musulmani oggi è come essere musulmani d'Occidente" osserva Fouad Allam, e mostra con il proprio esempio che la nostra cultura può essere rideclinata alla luce di una sensibilità e di un'esperienza provenienti dal mondo musulmano. Per questo riprende e interpreta – con riferimenti culturali eclettici, tra cui lo scrittore nomade per eccellenza Bruce Chatwin, i poeti della classicità araba, la filosofia di Deridda e le armonie di Bach – nozioni cardine del pensiero occidentale quali Europa, civiltà, téchne, progresso, multiculturalismo, integrazione, che oggi più che mai chiedono di essere riformulate. La sua prosa live, elegante e precisa disegna una mappa per la convivenza tra Islam e Occidente invitando l'etica, la politica e la riflessione filosofica di questi mondi a porsi in ascolto e in dialogo reciproco.

La solitudine dell'Occidente

ALLAM, KHALED FOUAD
2006-01-01

Abstract

Il desiderio e il malessere che legano l'Islam all'Occidente nel racconto di vita di un musulmano in Italia. Non più scontro o crisi di civiltà, ma incontro delle diversità: è questo il passaggio cruciale di un Occidente che deve fare i conti con le proprie identità multiple e imparare a comprendere la complessità anziché combatterla. Khaled Fouad Allam, da sempre cittadino di due mondi, si pne alla confluenza tra queste identità e dal suo punto di osservazione privilegiato fa spaziare lo sguardo su luoghi ed eventi, sentimenti e umori dei nostri tempi: da Trieste a Qom, da Gerusalemme alle banlieues parigine, dalla rivoluzione iraniana del 1979 alla guerra in Iraq, dall'11 settembre al trionfo di Hamas nelle ultime elezioni palestinesi. La testimonianza diretta del proprio vissuto – l'infanzia in Marocco, i viaggi, il lavoro di giornalista, docente e parlamentare in Italia – si intreccia alla denuncia degli stereotipi e dei luoghi comuni che segnano la nostra comprensione di nodi problematici fondamentali quali la questione femminile; la separazione tra legge civile, morale e religiosa; l'uso ideologico dei concetti di gruppo etnico e comunità. "La questione per i musulmani oggi è come essere musulmani d'Occidente" osserva Fouad Allam, e mostra con il proprio esempio che la nostra cultura può essere rideclinata alla luce di una sensibilità e di un'esperienza provenienti dal mondo musulmano. Per questo riprende e interpreta – con riferimenti culturali eclettici, tra cui lo scrittore nomade per eccellenza Bruce Chatwin, i poeti della classicità araba, la filosofia di Deridda e le armonie di Bach – nozioni cardine del pensiero occidentale quali Europa, civiltà, téchne, progresso, multiculturalismo, integrazione, che oggi più che mai chiedono di essere riformulate. La sua prosa live, elegante e precisa disegna una mappa per la convivenza tra Islam e Occidente invitando l'etica, la politica e la riflessione filosofica di questi mondi a porsi in ascolto e in dialogo reciproco.
8817007749
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11368/2504145
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact