La seconda modernità veneta e il territorio: alcune riflessioni