Uscire dalla zona rossa. Lo spazio urbano come open source