Nel 2007 e 2008 sono state pubblicate, su carta, la prima e la seconda edizione, ormai esaurite, di questa opera. Da allora l’editoria espressamente dedicata alla divulgazione della matematica e, più in generale, delle scienze, malgrado la crisi economica mondiale (o grazie ad essa?), continua a dare chiari segnali di crescita. Accanto ai più stimati autori a livello nazionale e internazionale e alle collane ormai affermate, sono apparsi nuovi autori e nuove collane (economiche e, perfino, di particolare pregio). Inoltre, accanto ai libri in formato cartaceo si stanno diffondendo nuovi supporti (audiolibri, DVD, eBook,…). Nello stesso tempo la divulgazione scientifica si è aperta a nuovi canali di distribuzione (internet, edicole). Ciò, in alcuni, suscita perplessità e allarmi, per timore che l’ampliamento dell’offerta dia spazio a opere di basso livello. Noi pensiamo, invece, che il purismo esasperato sia inopportuno e controproducente: oggi, più di ieri, lo “splendido isolamento” finirebbe con il ghettizzare la cultura scientifica in generale e quella matematica in particolare. Riteniamo infatti che, mortificando gli sforzi dell’editoria e delle biblioteche pubbliche, che pur tra tante difficoltà continuano a mantenere aggiornati i loro cataloghi, si frenerebbe la crescita, in quantità e qualità, sia degli estimatori della matematica, sia di tutti coloro che operano nel settore. Per questo abbiamo aderito di buon grado all’invito della Digital Index di pubblicare in formato elettronico Tre in uno. È quindi con piacere che presentiamo questa edizione riveduta e ampliata, nella quale abbiamo sfruttato in vario modo le nuove possibilità offerte dal formato digitale, aggiungendo: - collegamenti ipertestuali interni tra le varie parti del testo, le note e le figure; - immagini e colori e animazioni; - collegamenti esterni, diretti ai siti internet citati. Per quanto riguarda il contenuto, mentre il testo dei primi 13 capitoli, se pur rivisto, rimane attualmente aggiornato al 2008, la nuova edizione in formato digitale comprende un consistente ampliamento dei riferimenti bibliografici. Infatti, al capitolo 14, ad essi dedicato, è stata aggiunta un’appendice con un’ampia rassegna ragionata delle novità pubblicate tra il 2008 e il primo semestre 2011 (comprendente, oltre a nuovi titoli, nuove edizioni e ristampe di opere prima esaurite). La sua suddivisione in una cinquantina di sezioni e i commenti aggiunti ai titoli in essa riportati, agevolano i collegamenti tra questi ultimi e le prime due parti del libro. Inoltre essa evidenzia che, a differenza di quanto avveniva in passato, attualmente vi è una certa sintonia tra la matematica e la sua divulgazione. Infatti, all’inizio del secolo scorso, quest’ultima si basava sostanzialmente su qualche opera di matematica dilettevole e curiosa e su qualche opera molto generale di storia della matematica. Oggi invece, come emerge dalle numerose sezioni dell’appendice bibliografica, la situazione è totalmente diversa: il settore della divulgazione, a partire dalla spinta impressa nel secondo dopoguerra da Martin Gardner con i suoi Giochi matematici, dà ragione della forza e della vitalità della matematica (e delle sue applicazioni) in tutti campi della scienza, della società e della cultura anche attuali.

TRE in UNO. Piccola enciclopedia della "matematica intrigante"

ZUCCHERI, LUCIANA
2013

Abstract

Nel 2007 e 2008 sono state pubblicate, su carta, la prima e la seconda edizione, ormai esaurite, di questa opera. Da allora l’editoria espressamente dedicata alla divulgazione della matematica e, più in generale, delle scienze, malgrado la crisi economica mondiale (o grazie ad essa?), continua a dare chiari segnali di crescita. Accanto ai più stimati autori a livello nazionale e internazionale e alle collane ormai affermate, sono apparsi nuovi autori e nuove collane (economiche e, perfino, di particolare pregio). Inoltre, accanto ai libri in formato cartaceo si stanno diffondendo nuovi supporti (audiolibri, DVD, eBook,…). Nello stesso tempo la divulgazione scientifica si è aperta a nuovi canali di distribuzione (internet, edicole). Ciò, in alcuni, suscita perplessità e allarmi, per timore che l’ampliamento dell’offerta dia spazio a opere di basso livello. Noi pensiamo, invece, che il purismo esasperato sia inopportuno e controproducente: oggi, più di ieri, lo “splendido isolamento” finirebbe con il ghettizzare la cultura scientifica in generale e quella matematica in particolare. Riteniamo infatti che, mortificando gli sforzi dell’editoria e delle biblioteche pubbliche, che pur tra tante difficoltà continuano a mantenere aggiornati i loro cataloghi, si frenerebbe la crescita, in quantità e qualità, sia degli estimatori della matematica, sia di tutti coloro che operano nel settore. Per questo abbiamo aderito di buon grado all’invito della Digital Index di pubblicare in formato elettronico Tre in uno. È quindi con piacere che presentiamo questa edizione riveduta e ampliata, nella quale abbiamo sfruttato in vario modo le nuove possibilità offerte dal formato digitale, aggiungendo: - collegamenti ipertestuali interni tra le varie parti del testo, le note e le figure; - immagini e colori e animazioni; - collegamenti esterni, diretti ai siti internet citati. Per quanto riguarda il contenuto, mentre il testo dei primi 13 capitoli, se pur rivisto, rimane attualmente aggiornato al 2008, la nuova edizione in formato digitale comprende un consistente ampliamento dei riferimenti bibliografici. Infatti, al capitolo 14, ad essi dedicato, è stata aggiunta un’appendice con un’ampia rassegna ragionata delle novità pubblicate tra il 2008 e il primo semestre 2011 (comprendente, oltre a nuovi titoli, nuove edizioni e ristampe di opere prima esaurite). La sua suddivisione in una cinquantina di sezioni e i commenti aggiunti ai titoli in essa riportati, agevolano i collegamenti tra questi ultimi e le prime due parti del libro. Inoltre essa evidenzia che, a differenza di quanto avveniva in passato, attualmente vi è una certa sintonia tra la matematica e la sua divulgazione. Infatti, all’inizio del secolo scorso, quest’ultima si basava sostanzialmente su qualche opera di matematica dilettevole e curiosa e su qualche opera molto generale di storia della matematica. Oggi invece, come emerge dalle numerose sezioni dell’appendice bibliografica, la situazione è totalmente diversa: il settore della divulgazione, a partire dalla spinta impressa nel secondo dopoguerra da Martin Gardner con i suoi Giochi matematici, dà ragione della forza e della vitalità della matematica (e delle sue applicazioni) in tutti campi della scienza, della società e della cultura anche attuali.
9788897982487
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2762645
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact