All'avvio della nuova programmazione europea 2014-2020, in Italia ci troviamo nuovamente a discutere di politiche per le città e di una possibile Agenda urbana, con argomenti per certi versi inediti, per altri già noti e problematici. Anche se l'attuale rinnovata attenzione affonda le proprie radici nelle politiche sviluppate in Europa da diversi decenni, i suoi risvolti operativi non appaiono ancora del tutto delineati, né a livello europeo, né a livello nazionale. Nel frattempo, tra il 2012 e il 2014, In Italia si assiste a quella che viene finalmente salutata come una nuova attenzione per i temi urbani. Se la nuova stagione appare molto promettente, subito però i primi esiti concreti si dimostrano piuttosto deludenti. Obiettivo dell'Atelier è stato quello di indagare se e come Regioni e Comuni italiani si stiano attrezzando per declinare i principi e i temi delineati a livello europeo; per interfacciare una realtà urbana fatta di una pluralità di situazioni insediative con una strategia nazionale che, nell'Accordo di partenariato siglato con la Commissione europea (2014), si fonda sulla classificazione in città metropolitane, città medie e aree interne; per inserire le progettualità finanziate in un fare quotidiano sempre più complesso per la carenza di risorse economiche e, talvolta, anche di capacità tecniche.

“Atelier 4. Agenda urbana europea/italiana: un ruolo rinnovato delle città? Introduzione”

MARCHIGIANI, ELENA;
2014

Abstract

All'avvio della nuova programmazione europea 2014-2020, in Italia ci troviamo nuovamente a discutere di politiche per le città e di una possibile Agenda urbana, con argomenti per certi versi inediti, per altri già noti e problematici. Anche se l'attuale rinnovata attenzione affonda le proprie radici nelle politiche sviluppate in Europa da diversi decenni, i suoi risvolti operativi non appaiono ancora del tutto delineati, né a livello europeo, né a livello nazionale. Nel frattempo, tra il 2012 e il 2014, In Italia si assiste a quella che viene finalmente salutata come una nuova attenzione per i temi urbani. Se la nuova stagione appare molto promettente, subito però i primi esiti concreti si dimostrano piuttosto deludenti. Obiettivo dell'Atelier è stato quello di indagare se e come Regioni e Comuni italiani si stiano attrezzando per declinare i principi e i temi delineati a livello europeo; per interfacciare una realtà urbana fatta di una pluralità di situazioni insediative con una strategia nazionale che, nell'Accordo di partenariato siglato con la Commissione europea (2014), si fonda sulla classificazione in città metropolitane, città medie e aree interne; per inserire le progettualità finanziate in un fare quotidiano sempre più complesso per la carenza di risorse economiche e, talvolta, anche di capacità tecniche.
9788899237004]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2833776
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact