Parlando di accessibilità, spesso viene considerato un traguardo progettuale riuscire a garantire che un edificio sia reso pienamente “accessibile” nel senso letterale del termine. Garantire a tutti, comprese le persone con particolari e specifiche esigenze, la possibilità di potersi allontanare nel caso in cui circostanze sfavorevoli lo rendano necessario non è purtroppo una priorità nella progettazione di un edificio e nella gestione della sua sicurezza. Considerare l’accessibilità nella sua accezione più ampia, quella che vede l’evacuabilità come suo complemento, è quindi un orientamento di estremo interesse ed attualità. Analizzare le tematiche della sicurezza in relazione alle esigenze delle persone più deboli e vulnerabili significa operare uno sforzo per ripensare e superare i correnti criteri progettuali e le misure di prevenzione e gestione dell’emergenza, mettendo al centro le esigenze specifiche delle persone e cercando di trovare adeguate risposte alle diverse difficoltà. Considerare tali pratiche non solo come il diligente adempimento di un obbligo normativo, ma come un’opportunità per migliorare la sicurezza e l’incolumità di tutti, significa creare le condizioni perché esse vengano incoraggiate e sostenute da comunità e aziende. Nel volume sono raccolte una serie di esperienze e di buone prassi che si ritiene possano rappresentare utili riferimenti non solo per acuire la sensibilità e l’attenzione rispetto a questi temi, ma anche per indicare alcune praticabili strade da percorrere.

La sicurezza delle persone con disabilità: buone prassi tra obblighi e opportunità

SCLIP, Giorgio;NICOLICH, MARINO;PICCIN, CHIARA;
2009

Abstract

Parlando di accessibilità, spesso viene considerato un traguardo progettuale riuscire a garantire che un edificio sia reso pienamente “accessibile” nel senso letterale del termine. Garantire a tutti, comprese le persone con particolari e specifiche esigenze, la possibilità di potersi allontanare nel caso in cui circostanze sfavorevoli lo rendano necessario non è purtroppo una priorità nella progettazione di un edificio e nella gestione della sua sicurezza. Considerare l’accessibilità nella sua accezione più ampia, quella che vede l’evacuabilità come suo complemento, è quindi un orientamento di estremo interesse ed attualità. Analizzare le tematiche della sicurezza in relazione alle esigenze delle persone più deboli e vulnerabili significa operare uno sforzo per ripensare e superare i correnti criteri progettuali e le misure di prevenzione e gestione dell’emergenza, mettendo al centro le esigenze specifiche delle persone e cercando di trovare adeguate risposte alle diverse difficoltà. Considerare tali pratiche non solo come il diligente adempimento di un obbligo normativo, ma come un’opportunità per migliorare la sicurezza e l’incolumità di tutti, significa creare le condizioni perché esse vengano incoraggiate e sostenute da comunità e aziende. Nel volume sono raccolte una serie di esperienze e di buone prassi che si ritiene possano rappresentare utili riferimenti non solo per acuire la sensibilità e l’attenzione rispetto a questi temi, ma anche per indicare alcune praticabili strade da percorrere.
978-88-8303-242-4
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2877504
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact