Analisi di un ciclo di pitture a fresco scoperte begli anni ’80 del secolo scorso nella chiesa abbaziale di Acquanegra sul Chiese (Mantova), databili all’inizio del XII secolo. Si propone un nuovo punto di vista relativo all’attività di un atelier di frescanti tra bassa Lombardia e Veneto (Pozzoveggiani). Nell’analisi iconografica di alcuni temi si evidenzia l’allineamento ai programmi iconografici ‘riformati’, sottolineando il ruolo delle Bibbie atlantiche, anche a livello di trasmissione di immagini.

Un ciclo pittorico dell'epoca e nel territorio di Matilde: Acquanegra sul Chiese

COZZI, Enrica
2016

Abstract

Analisi di un ciclo di pitture a fresco scoperte begli anni ’80 del secolo scorso nella chiesa abbaziale di Acquanegra sul Chiese (Mantova), databili all’inizio del XII secolo. Si propone un nuovo punto di vista relativo all’attività di un atelier di frescanti tra bassa Lombardia e Veneto (Pozzoveggiani). Nell’analisi iconografica di alcuni temi si evidenzia l’allineamento ai programmi iconografici ‘riformati’, sottolineando il ruolo delle Bibbie atlantiche, anche a livello di trasmissione di immagini.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Matilde di Canossa_Cozzi.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Digital Rights Management non definito
Dimensione 2.5 MB
Formato Adobe PDF
2.5 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2887945
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact