L'idea della fine del mondo che si racchiude nel termine Apocalisse viene rappresentata dall'immaginario apocalittico che attraversa la dimensione mitica, quella narrativa, quella culturale e anche quella cinematografica. E proprio attraverso la filmografia è possibile rintracciare un pensiero della fine che preclude al ricominciamento, alla possibilità di riscatto dell'uomo e dell'umanità.

Lo spettro della fine. Pensare l’Apocalisse tra filosofia e cinema

TONCHIA, TERESA;
2016

Abstract

L'idea della fine del mondo che si racchiude nel termine Apocalisse viene rappresentata dall'immaginario apocalittico che attraversa la dimensione mitica, quella narrativa, quella culturale e anche quella cinematografica. E proprio attraverso la filmografia è possibile rintracciare un pensiero della fine che preclude al ricominciamento, alla possibilità di riscatto dell'uomo e dell'umanità.
FILOSOFIE
9788857534091
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Spettro della fine_Tonchia_2016.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Digital Rights Management non definito
Dimensione 684.9 kB
Formato Adobe PDF
684.9 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2893057
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact