La metacognizione è una componente chiave nel processo di apprendimento. Abilità metacognitive e uno stile di attribuzione di tipo interno sono importanti per i ragazzi malati di cancro e hanno ripercussioni sul loro percorso scolastico. Questa ricerca vuol valutare se un training attributivo-metacognitivo che utilizza le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC) può migliorare lo stile attributivo degli studenti con malattia oncologica. Lo studio ha preso in esame 31 soggetti in cura presso tre centri AIEOP del nord-est d’Italia. Attraverso un questionario validato è stato misurato lo stile di attribuzione prima e dopo un programma metacognitivo, svolto on-line, della durata di 6 mesi (da novembre 2013 a maggio 2014). I risultati del test iniziale sono stati confrontati con quelli d’una popolazione di riferimento; i risultati del test dopo il percorso di training attributivo-metacognitivo sono stati confrontati con quelli di partenza. Dalla valutazione iniziale si è evidenziato che i ragazzi con problematiche oncologiche presentano mediamente una riduzione dell’attribuzione rispetto alla popolazione di controllo, anche se entro i limiti di normalità. Dal confronto dei risultati prima e dopo il training si è evidenziato un impatto positivo sulla formazione di competenze metacognitive e sullo stile di attribuzione. È emersa una differenza significativa tra l’attribuzione pre e post training, con incremento dell’attribuzione interna (pre 19,69 vs post 26,55) e una consistente diminuzione dell’attribuzione esterna (pre 11,04 vs post 6,29). L’efficacia della metodologia utilizzata suggerisce di proporre il training attributivo-metacognitivo attraverso l’uso delle TIC a tutti i ragazzi con malattia oncologica.

Successo di un training metacognitivo in piattaforma Moodle a favore dei ragazzi con malattia oncologica

BERIZZI, GIOVANNA;
2016

Abstract

La metacognizione è una componente chiave nel processo di apprendimento. Abilità metacognitive e uno stile di attribuzione di tipo interno sono importanti per i ragazzi malati di cancro e hanno ripercussioni sul loro percorso scolastico. Questa ricerca vuol valutare se un training attributivo-metacognitivo che utilizza le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC) può migliorare lo stile attributivo degli studenti con malattia oncologica. Lo studio ha preso in esame 31 soggetti in cura presso tre centri AIEOP del nord-est d’Italia. Attraverso un questionario validato è stato misurato lo stile di attribuzione prima e dopo un programma metacognitivo, svolto on-line, della durata di 6 mesi (da novembre 2013 a maggio 2014). I risultati del test iniziale sono stati confrontati con quelli d’una popolazione di riferimento; i risultati del test dopo il percorso di training attributivo-metacognitivo sono stati confrontati con quelli di partenza. Dalla valutazione iniziale si è evidenziato che i ragazzi con problematiche oncologiche presentano mediamente una riduzione dell’attribuzione rispetto alla popolazione di controllo, anche se entro i limiti di normalità. Dal confronto dei risultati prima e dopo il training si è evidenziato un impatto positivo sulla formazione di competenze metacognitive e sullo stile di attribuzione. È emersa una differenza significativa tra l’attribuzione pre e post training, con incremento dell’attribuzione interna (pre 19,69 vs post 26,55) e una consistente diminuzione dell’attribuzione esterna (pre 11,04 vs post 6,29). L’efficacia della metodologia utilizzata suggerisce di proporre il training attributivo-metacognitivo attraverso l’uso delle TIC a tutti i ragazzi con malattia oncologica.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Successo di un training metacognitivo.pdf

accesso aperto

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Creative commons
Dimensione 832.79 kB
Formato Adobe PDF
832.79 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2909984
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact