Violenza sessuale: non è necessario che l’atto sia volto a soddisfare i desideri dell’agente