Il quarto tomo dell'Opera omnia di Vladimir Bartol comprende le brevi prose scritte dall'autore perlopiù a Trieste e Ljubljana dal maggio 1945 fino alla morte nel 1967. Il cuore del volume è sostanziato dai quattro testi (Tržaška novela 1948, Zgodba o gentlemanu, ki je iskal začudenje, Mangialupi in umetniki, Mangialupi in ženske) riuniti nel 1957 nella silloge Tržaške humoreske (Racconti umoristici triestini), l'unico libro di narrativa pubblicato da Bartol dopo la seconda guerra mondiale. Si tratta di un nuovo capitolo dell'opus autoriale, lontano anni luce dalle problematiche, temi, motivi, atmosfere e figure che dominano nella precedente raccolta Al Araf (1935) o nel romanzo Alamut (1938). L'intonazione filosofica, nietzschiana, freudiana, machiavellica e psicoanalitica nonché l'ambientazione orientale o internazionale dei suoi lavori prebellici lasciano infatti qui il posto al nuovo genere umoristico, alla vena satirica, al multilinguismo, alla tipizzazione psicologica, all'attualismo politico, al palese engagement ideologico e alla cronotopica collocazione dei racconti nel travagliato periodo dell'occupazione anglo-americana di Trieste dopo il secondo conflitto mondiale. Nel volume sono inoltre ristampati dieci testi (Petnajst številk, Dva stavka, Pomlad, Vročica, Literarni večer na Krasu, Ropotarnica, Janičarjeva izpoved, Čarobna koprena, Lipa pred staro cerkvico, Srajca srečnega človeka) concepiti dall'autore nel medesimo periodo ma pubblicati finora unicamente su riviste, e due racconti inediti (Vrag nad bunkerjem, Orhideja in pajek) che conchiudono la presentazione della narrativa bartoliana di breve respiro nell'ambito della collana "Zbrana dela slovenskih pesnikov in pisateljev" edita dal Centro di ricerche scientifiche dell'Accademia slovena di scienze e arti. Ai capitoli Tržaške humoreske (pp. 7-184), Druge objavljene pripovedi (pp. 185-289) e Neobjavljeni pripovedi (pp. 291-313), che comprendono i citati testi bartoliani, segue l'apparato critico del curatore pubblicato nelle sezioni: Komentar (di M. Košuta, pp. 315-434), Opombe (di M. Košuta, pp. 435-508), Viri in literatura (di M. Košuta, pp. 509-510) e Kazalo (pp. 511-512).

Vladimir Bartol, Zbrano delo. Četrta knjiga. Krajša proza po letu 1945

Miran Košuta
2020

Abstract

Il quarto tomo dell'Opera omnia di Vladimir Bartol comprende le brevi prose scritte dall'autore perlopiù a Trieste e Ljubljana dal maggio 1945 fino alla morte nel 1967. Il cuore del volume è sostanziato dai quattro testi (Tržaška novela 1948, Zgodba o gentlemanu, ki je iskal začudenje, Mangialupi in umetniki, Mangialupi in ženske) riuniti nel 1957 nella silloge Tržaške humoreske (Racconti umoristici triestini), l'unico libro di narrativa pubblicato da Bartol dopo la seconda guerra mondiale. Si tratta di un nuovo capitolo dell'opus autoriale, lontano anni luce dalle problematiche, temi, motivi, atmosfere e figure che dominano nella precedente raccolta Al Araf (1935) o nel romanzo Alamut (1938). L'intonazione filosofica, nietzschiana, freudiana, machiavellica e psicoanalitica nonché l'ambientazione orientale o internazionale dei suoi lavori prebellici lasciano infatti qui il posto al nuovo genere umoristico, alla vena satirica, al multilinguismo, alla tipizzazione psicologica, all'attualismo politico, al palese engagement ideologico e alla cronotopica collocazione dei racconti nel travagliato periodo dell'occupazione anglo-americana di Trieste dopo il secondo conflitto mondiale. Nel volume sono inoltre ristampati dieci testi (Petnajst številk, Dva stavka, Pomlad, Vročica, Literarni večer na Krasu, Ropotarnica, Janičarjeva izpoved, Čarobna koprena, Lipa pred staro cerkvico, Srajca srečnega človeka) concepiti dall'autore nel medesimo periodo ma pubblicati finora unicamente su riviste, e due racconti inediti (Vrag nad bunkerjem, Orhideja in pajek) che conchiudono la presentazione della narrativa bartoliana di breve respiro nell'ambito della collana "Zbrana dela slovenskih pesnikov in pisateljev" edita dal Centro di ricerche scientifiche dell'Accademia slovena di scienze e arti. Ai capitoli Tržaške humoreske (pp. 7-184), Druge objavljene pripovedi (pp. 185-289) e Neobjavljeni pripovedi (pp. 291-313), che comprendono i citati testi bartoliani, segue l'apparato critico del curatore pubblicato nelle sezioni: Komentar (di M. Košuta, pp. 315-434), Opombe (di M. Košuta, pp. 435-508), Viri in literatura (di M. Košuta, pp. 509-510) e Kazalo (pp. 511-512).
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Vladimir_Bartol_4_2020-08-26.pdf

non disponibili

Descrizione: Volume con commento, note e redazione critica di Miran Košuta
Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Copyright Editore
Dimensione 3.42 MB
Formato Adobe PDF
3.42 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11368/2992203
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact