“La qualità nascosta dei primi studi sull’interpretazione di conferenze”