Dai diari di Marcello Labor (1934-1937).