Nel 2005 il Dipartimento di Scienze dell'Antichità dell'Università di Trieste ha dato avvio ad una campagna di scavo in un'area a ridosso dell'attuale via Gemina, che in antico comprendeva una delle insulae residenziali più importanti della città antica. Lo scavo ha consentito di portare alla luce due mosaici, uno geometrico bicromo e uno figurato policromo, datati con sicurezza agli anni successivi al 337-340 d.C. a causa di una moneta rinvenuta nella loro preparazione.

Aquileia: nuove acquisizioni

FONTANA, Federica
2007

Abstract

Nel 2005 il Dipartimento di Scienze dell'Antichità dell'Università di Trieste ha dato avvio ad una campagna di scavo in un'area a ridosso dell'attuale via Gemina, che in antico comprendeva una delle insulae residenziali più importanti della città antica. Lo scavo ha consentito di portare alla luce due mosaici, uno geometrico bicromo e uno figurato policromo, datati con sicurezza agli anni successivi al 337-340 d.C. a causa di una moneta rinvenuta nella loro preparazione.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/1706398
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact