Quando la fede “costruisce la geografia”. L’organizzazione del territorio dal punto di vista della confinistica ecclesiastico-religiosa