La transizione come darwinismo sociale