Il patrimonio culturale confluito e tradotto a Baghdad (VIII - X secolo) generò svariati saperi e formò sapienti che resero la lingua araba una koiné civilizzatrice fino al XII secolo. Tale patrimonio era frutto di una lunga elaborazione interdisciplinare e interetnica avvenuta tra Mesopotamia, Persia, India, Egitto, Fenicia e Grecia. Miti e leggende, contratti e codici legali, dizionari multilingui, tecniche e istituzioni, alfabeti e contabilità, medicina e arte, astrologia e astronomia, politeismo e monoteismo di cui siamo eredi. Tale movimento gigante di traduzione fu un mezzo potente di contagio intellettuale e il suo prodotto finale viaggiò in forma virale fino a Toledo, Cordoba, Palermo, ecc. restituendo all’Europa una buona parte del suo pensiero greco elaborato e commentato in arabo. Com’è potuto succedere che la stessa civiltà sia entrata poi in questo lungo e profondo letargo? L’atrofia che ha colpito questa civiltà si è verificata spesso nella storia umana quando una ideologia esclusivista s’impadroniva dello spazio e del tempo, della ratio e dell’immaginario collettivo, terrorizzando chi pensava diversamente.

Baghdad–Toledo: la carovana del pensiero antico

KALLAS, ELIE
2009

Abstract

Il patrimonio culturale confluito e tradotto a Baghdad (VIII - X secolo) generò svariati saperi e formò sapienti che resero la lingua araba una koiné civilizzatrice fino al XII secolo. Tale patrimonio era frutto di una lunga elaborazione interdisciplinare e interetnica avvenuta tra Mesopotamia, Persia, India, Egitto, Fenicia e Grecia. Miti e leggende, contratti e codici legali, dizionari multilingui, tecniche e istituzioni, alfabeti e contabilità, medicina e arte, astrologia e astronomia, politeismo e monoteismo di cui siamo eredi. Tale movimento gigante di traduzione fu un mezzo potente di contagio intellettuale e il suo prodotto finale viaggiò in forma virale fino a Toledo, Cordoba, Palermo, ecc. restituendo all’Europa una buona parte del suo pensiero greco elaborato e commentato in arabo. Com’è potuto succedere che la stessa civiltà sia entrata poi in questo lungo e profondo letargo? L’atrofia che ha colpito questa civiltà si è verificata spesso nella storia umana quando una ideologia esclusivista s’impadroniva dello spazio e del tempo, della ratio e dell’immaginario collettivo, terrorizzando chi pensava diversamente.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Kallas 2009, Baghdad-Toledo.pdf

non disponibili

Descrizione: capitolo con copertina, frontespizio e indice del libro
Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Copyright Editore
Dimensione 25.48 MB
Formato Adobe PDF
25.48 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2310618
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact