Per sua formazione professionale (di geografo, etnografo, archeologo e giornalista) espressamente orientato all’osservazione empirica, Felix Kanitz (1829-1804) non era tuttavia completamente immune da un’interpretazione stereotipizzante dell’osservato. Analizzando l’attività grafica di Kanitz – indivisibile dai suoi scritti – si possono intravedere nel suo lavoro di osservatore e viaggiatore alcuni caratteri del tutto “scorretti”, che talvolta gli fanno sacrificare il rigore descrittivo per la comunicazione suggestiva e lo mostrano perfino incline a trasmettere ai suoi lettori “ciò che era generalmente accettato come vero” (citazione da un saggio della storica americana Barbara Jelavich, 1955, sul valore di fonte degli scritti di viaggio ottocenteschi). Nella seconda parte di questo studio viene ricostruita l’origine e si seguono le varianti di un disegno di Kanitz avente per oggetto la rappresentazione stereotipizzante di un momento insurrezionale anti-ottomano nei Balcani.

Persönliche Eindrücke und Stereotypenbildung in Texten und Zeichnungen Felix Kanitz' - Lično zapažanje i stavaranje stereotipa u crtežima i spisima Feliksa Kanica

DOGO, MARCO
2011

Abstract

Per sua formazione professionale (di geografo, etnografo, archeologo e giornalista) espressamente orientato all’osservazione empirica, Felix Kanitz (1829-1804) non era tuttavia completamente immune da un’interpretazione stereotipizzante dell’osservato. Analizzando l’attività grafica di Kanitz – indivisibile dai suoi scritti – si possono intravedere nel suo lavoro di osservatore e viaggiatore alcuni caratteri del tutto “scorretti”, che talvolta gli fanno sacrificare il rigore descrittivo per la comunicazione suggestiva e lo mostrano perfino incline a trasmettere ai suoi lettori “ciò che era generalmente accettato come vero” (citazione da un saggio della storica americana Barbara Jelavich, 1955, sul valore di fonte degli scritti di viaggio ottocenteschi). Nella seconda parte di questo studio viene ricostruita l’origine e si seguono le varianti di un disegno di Kanitz avente per oggetto la rappresentazione stereotipizzante di un momento insurrezionale anti-ottomano nei Balcani.
9788672691160
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2409295
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact