L’elaborazione del bilancio si attua attraverso un processo di pianificazione e programmazione tra i diversi organi politici ed amministrativi, contemporaneamente coinvolti in ogni ente pubblico. Essenzialmente si tratta di un’attività circolare che parte dall’alto e si dirige verso il basso e da qui riparte verso l’alto . Questo processo, definito anche << top-down e bottom-up>>, è coordinato dagli organi dirigenziali (preposti al centro di responsabilità di 1° livello) al fine di rendere coerenti le linee strategiche e di indirizzo degli organi di governo con i programmi ed i progetti dei centri di responsabilità di livello inferiore. Il solo bilancio di natura finanziaria è uno strumento fisiologicamente inidoneo a rappresentare uno sguardo completo dell’attività gestionale, e quindi, ad attuare un efficiente governo dell’attività amministrativa. Per il conseguimento di tali obiettivi il legislatore ha integrato il sistema con altri documenti idonei a recuperare l’attenzione dell’operatore pubblico anche su aspetti non finanziari dell’attività amministrativa. Oltre al preventivo finanziario (artt. 11 e 12) e al quadro generale riassuntivo della gestione finanziaria (art. 13), vi è, infatti, il preventivo economico (art. 14). Quest’ultimo documento permette di ottenere una visione complessiva della gestione sotto i profili dell’efficienza, efficacia ed economicità.

Il bilancio di previsone

CRISMANI, ANDREA
2005

Abstract

L’elaborazione del bilancio si attua attraverso un processo di pianificazione e programmazione tra i diversi organi politici ed amministrativi, contemporaneamente coinvolti in ogni ente pubblico. Essenzialmente si tratta di un’attività circolare che parte dall’alto e si dirige verso il basso e da qui riparte verso l’alto . Questo processo, definito anche << top-down e bottom-up>>, è coordinato dagli organi dirigenziali (preposti al centro di responsabilità di 1° livello) al fine di rendere coerenti le linee strategiche e di indirizzo degli organi di governo con i programmi ed i progetti dei centri di responsabilità di livello inferiore. Il solo bilancio di natura finanziaria è uno strumento fisiologicamente inidoneo a rappresentare uno sguardo completo dell’attività gestionale, e quindi, ad attuare un efficiente governo dell’attività amministrativa. Per il conseguimento di tali obiettivi il legislatore ha integrato il sistema con altri documenti idonei a recuperare l’attenzione dell’operatore pubblico anche su aspetti non finanziari dell’attività amministrativa. Oltre al preventivo finanziario (artt. 11 e 12) e al quadro generale riassuntivo della gestione finanziaria (art. 13), vi è, infatti, il preventivo economico (art. 14). Quest’ultimo documento permette di ottenere una visione complessiva della gestione sotto i profili dell’efficienza, efficacia ed economicità.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2593240
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact