Sessione Tematica TS3.1 - Le attività formative in campagna nella didattica delle geo-scienze. Tra tradizione ed innovazione Convener: Stoppa M., Battisti G. Non è una novità affermare che le attività sul terreno costituiscano un’esperienza imprescindibile nella formazione culturale e professionale del geologo. In ambito universitario sono organicamente promosse dai corsi di Rilevamento geologico, ma sono rilevanti anche all’interno di molteplici insegnamenti riferibili alle geo-scienze specialistiche, ove impongono il ricorso a metodologie curvate, spesso intrise di carattere spiccatamente innovativo. Nell’ambito degli insegnamenti scolastici di Geografia e di Scienze le attività sul terreno svolgono un ruolo decisivo sul piano del consolidamento dei saperi e dell’avviamento al metodo scientifico, senza contare le spiccate valenze orientative e motivazionali che le contraddistinguono. Un’adeguata attenzione deve essere pure riservata al pullulare di attività di interesse divulgativo proposte dai musei scientifici (in particolare i musei geologici e i musei minerari) nonché dalle aree protette, che contribuiscono, sinergicamente, a diffondere nella società una sensibilità nei confronti delle geo-scienze, con evidenti ricadute sul piano della gestione sostenibile del territorio. There is nothing new in saying that field activities are a vital experience in the cultural and professional training of geologists. At university such activities are an organic part in the courses of geological survey. They are also relevant in various courses concerning the specialist geosciences, where the teachers resort to adjusted, often markedly innovative methodologies. As regard the curricula of geography and natural sciences in the schools, field activities play a decisive role in the consolidation of knowledge and introduction to the scientific method, not to forget the value in guiding and motivating students. Adequate attention ought to be reserved to the spreading of popular activities proposed by scientific museums - especially the geological and mining ones - and by the protected areas. Both help to promote a widespread appreciation of geosciences, producing a remarkable spin-off in the field of sustainable land use management.

Le attività formative in campagna nella didattica delle geo-scienze. Tra tradizione ed innovazione

STOPPA, MICHELE;BATTISTI, GIANFRANCO
2012-01-01

Abstract

Sessione Tematica TS3.1 - Le attività formative in campagna nella didattica delle geo-scienze. Tra tradizione ed innovazione Convener: Stoppa M., Battisti G. Non è una novità affermare che le attività sul terreno costituiscano un’esperienza imprescindibile nella formazione culturale e professionale del geologo. In ambito universitario sono organicamente promosse dai corsi di Rilevamento geologico, ma sono rilevanti anche all’interno di molteplici insegnamenti riferibili alle geo-scienze specialistiche, ove impongono il ricorso a metodologie curvate, spesso intrise di carattere spiccatamente innovativo. Nell’ambito degli insegnamenti scolastici di Geografia e di Scienze le attività sul terreno svolgono un ruolo decisivo sul piano del consolidamento dei saperi e dell’avviamento al metodo scientifico, senza contare le spiccate valenze orientative e motivazionali che le contraddistinguono. Un’adeguata attenzione deve essere pure riservata al pullulare di attività di interesse divulgativo proposte dai musei scientifici (in particolare i musei geologici e i musei minerari) nonché dalle aree protette, che contribuiscono, sinergicamente, a diffondere nella società una sensibilità nei confronti delle geo-scienze, con evidenti ricadute sul piano della gestione sostenibile del territorio. There is nothing new in saying that field activities are a vital experience in the cultural and professional training of geologists. At university such activities are an organic part in the courses of geological survey. They are also relevant in various courses concerning the specialist geosciences, where the teachers resort to adjusted, often markedly innovative methodologies. As regard the curricula of geography and natural sciences in the schools, field activities play a decisive role in the consolidation of knowledge and introduction to the scientific method, not to forget the value in guiding and motivating students. Adequate attention ought to be reserved to the spreading of popular activities proposed by scientific museums - especially the geological and mining ones - and by the protected areas. Both help to promote a widespread appreciation of geosciences, producing a remarkable spin-off in the field of sustainable land use management.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11368/2594224
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact