Il patrizio veneziano Andrea Morosini (1558-1618) organizzò alla fine del '500 un "ridotto" frequentato da illustri intellettuali, fra cui Paolo Sarpi e Galileo Galilei (e brevemente anche Giordano Bruno), che poterono incontrare autorevoli patrizi, come i futuri dogi Leonardo Donà e Nicolò Contarini. Il Morosini si distinse sia nell'attività politica, come Savio di Consiglio, sia come storico, insignito della carica di "pubblico storiografo" e autore di una Historia Veneta, che fu messa all' indice da Roma perché conteneva un elogio di Paolo Sarpi.

Morosini, Andrea

TREBBI, GIUSEPPE
2012-01-01

Abstract

Il patrizio veneziano Andrea Morosini (1558-1618) organizzò alla fine del '500 un "ridotto" frequentato da illustri intellettuali, fra cui Paolo Sarpi e Galileo Galilei (e brevemente anche Giordano Bruno), che poterono incontrare autorevoli patrizi, come i futuri dogi Leonardo Donà e Nicolò Contarini. Il Morosini si distinse sia nell'attività politica, come Savio di Consiglio, sia come storico, insignito della carica di "pubblico storiografo" e autore di una Historia Veneta, che fu messa all' indice da Roma perché conteneva un elogio di Paolo Sarpi.
2012
9788812000326
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11368/2632470
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact