Lo scenario politico afgano negli ultimi anni è stato dominato da una contraddizione fondamentale tra la ricerca di una via d’uscita politica dal conflitto e l’idea che il negoziato dovesse avvenire solo dopo l’acquisizione di un predominio militare ISAF/NATO. Il risultato di tale contraddizione è stato l’adozione di una strategia definita dai media come «shooting and talking» che si è rivelata fino a oggi inefficace, come gli eventi del 2012 hanno confermato. Il quadro politico generale si è caratterizzato per un sostanziale stallo nella ricerca di una soluzione politica del conflitto, aggravato dalla mancanza di consenso tra i vari attori politici afgani e dall’ostilità di quelli regionali. A questo quadro già complesso si è sovrapposta l’incertezza generata da due importanti scadenze: il ritiro delle forze internazionali, che dovrebbe concludersi entro il 2014, e il prossimo ciclo elettorale presidenziale e parlamentare, previsto tra il 2014 e il 2015, che dovrebbe segnare la fine del secondo mandato di Hamid Karzai.

Afghanistan: la "ritirata strategica" dell'Occidente e i nuovi tentativi di negoziato con i talebani

ABENANTE, DIEGO
2013-01-01

Abstract

Lo scenario politico afgano negli ultimi anni è stato dominato da una contraddizione fondamentale tra la ricerca di una via d’uscita politica dal conflitto e l’idea che il negoziato dovesse avvenire solo dopo l’acquisizione di un predominio militare ISAF/NATO. Il risultato di tale contraddizione è stato l’adozione di una strategia definita dai media come «shooting and talking» che si è rivelata fino a oggi inefficace, come gli eventi del 2012 hanno confermato. Il quadro politico generale si è caratterizzato per un sostanziale stallo nella ricerca di una soluzione politica del conflitto, aggravato dalla mancanza di consenso tra i vari attori politici afgani e dall’ostilità di quelli regionali. A questo quadro già complesso si è sovrapposta l’incertezza generata da due importanti scadenze: il ritiro delle forze internazionali, che dovrebbe concludersi entro il 2014, e il prossimo ciclo elettorale presidenziale e parlamentare, previsto tra il 2014 e il 2015, che dovrebbe segnare la fine del secondo mandato di Hamid Karzai.
9788866800637
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11368/2670543
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact