Osservare i quartieri della città pubblica dal punto di vista degli spazi aperti porta a interpretarli come "paesaggi di un abitare quotidiano", cioè a riconoscere come col passare del tempo, in molti casi, gli spazi esterni abbiano saputo accogliere usi e pratiche degli abitanti, divenendone sfondo e supporto. L'attenzione verso una dimensione spazio-temporale dei quartieri pone al centro i loro abitanti e le relazioni che essi intrecciano ogni giorno con lo spazio fisico, le modalità con le quali questo incontro/scontro si esprime anche in termini di appropriazione e trasformazione degli spazi del quotidiano.

La città pubblica. Un paesaggio dell'abitare quotidiano

DI BIAGI, Paola
2013

Abstract

Osservare i quartieri della città pubblica dal punto di vista degli spazi aperti porta a interpretarli come "paesaggi di un abitare quotidiano", cioè a riconoscere come col passare del tempo, in molti casi, gli spazi esterni abbiano saputo accogliere usi e pratiche degli abitanti, divenendone sfondo e supporto. L'attenzione verso una dimensione spazio-temporale dei quartieri pone al centro i loro abitanti e le relazioni che essi intrecciano ogni giorno con lo spazio fisico, le modalità con le quali questo incontro/scontro si esprime anche in termini di appropriazione e trasformazione degli spazi del quotidiano.
9788820451585
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2738898
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact