L’Europa in cui viviamo è un’entità estranea a se stessa, deprivata del suo passato e di un suo destino futuro, forzata nel meccanismo consumistico e indifferenziante della globalizzazione. L’Impero asburgico non fu il precursore di un meticciato ante litteram, ma il dispositivo trascendente attraverso il quale vennero esaltate le tradizioni peculiari e le autenticità individuali, in una visione storica, politica, culturale e religiosa condivisa. Il saggio proposto analizza in una prospettiva giuridica critica la politica regionale dell'UE.

Quali strumenti di politica regionale nell’Unione Europea

CECCHINI, GIAN LUIGI
2013-01-01

Abstract

L’Europa in cui viviamo è un’entità estranea a se stessa, deprivata del suo passato e di un suo destino futuro, forzata nel meccanismo consumistico e indifferenziante della globalizzazione. L’Impero asburgico non fu il precursore di un meticciato ante litteram, ma il dispositivo trascendente attraverso il quale vennero esaltate le tradizioni peculiari e le autenticità individuali, in una visione storica, politica, culturale e religiosa condivisa. Il saggio proposto analizza in una prospettiva giuridica critica la politica regionale dell'UE.
9788857511214
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11368/2768387
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact