Fra i precursori di carattere generale, cruciale sembra essere il contributo della memoria di lavoro, deputata al mantenimento ed elaborazione delle informazioni (vedi Gathercole et al., 2003; Passolunghi et al., 2007, 2008) e della memoria a breve termine. Un ulteriore oggetto di dibattito è il ruolo assunto dal fattore intelligenza, il quale sottende i diversi processi d’apprendimento, ma per definizione non risulta deficitario nel caso dei disturbi d’apprendimento. Un'altra categoria di abilità cognitive possibili precursori dell’apprendimento matematico è rappresentata da fattori più specifici, ossia deputati all’elaborazione delle informazioni numeriche e quantitative. Queste abilità sono indicate come “senso del numero” e comprendono la capacità di stimare e confrontare grandezze e quantità in maniera approssimata. Alcuni autori riportano un coinvolgimento essenziale di questi fattori (Butterworth, 2010), mentre altri li ritengono non predittivi del livello di prestazione matematica (Piazza et al., 2010; Rousselle & Noël, 2007). Sulla base di queste premesse, obiettivo primario della presente ricerca è stato quello di valutare il ruolo dei precursori generali e specifici nel determinare l’apprendimento di precoci abilità matematiche all’inizio della scuola primaria.

Ruolo dei precursori generali e specifici dell'apprendimento nella previsione delle abilità pre-matematiche.

CARGNELUTTI, ELISA;PASSOLUNGHI, MARIA CHIARA
2013

Abstract

Fra i precursori di carattere generale, cruciale sembra essere il contributo della memoria di lavoro, deputata al mantenimento ed elaborazione delle informazioni (vedi Gathercole et al., 2003; Passolunghi et al., 2007, 2008) e della memoria a breve termine. Un ulteriore oggetto di dibattito è il ruolo assunto dal fattore intelligenza, il quale sottende i diversi processi d’apprendimento, ma per definizione non risulta deficitario nel caso dei disturbi d’apprendimento. Un'altra categoria di abilità cognitive possibili precursori dell’apprendimento matematico è rappresentata da fattori più specifici, ossia deputati all’elaborazione delle informazioni numeriche e quantitative. Queste abilità sono indicate come “senso del numero” e comprendono la capacità di stimare e confrontare grandezze e quantità in maniera approssimata. Alcuni autori riportano un coinvolgimento essenziale di questi fattori (Butterworth, 2010), mentre altri li ritengono non predittivi del livello di prestazione matematica (Piazza et al., 2010; Rousselle & Noël, 2007). Sulla base di queste premesse, obiettivo primario della presente ricerca è stato quello di valutare il ruolo dei precursori generali e specifici nel determinare l’apprendimento di precoci abilità matematiche all’inizio della scuola primaria.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2768521
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact