Il saggio analizza criticamente l'assetto del diritto all'assistenza linguistica nel procedimento penale italiano dopo la riforma compiuta dal d.lgs. 32 del 2014 che ha dato attuazione in Italia alla direttiva n. 64 del 2010. In particolare, vengono segnalate le carenze che ancora presenta l'ordinamento italiano con riferimento all'effettività dell'assistenza linguistica e alla qualità del servizio di interpretazione e di traduzione.

La riforma dell'assistenza linguistica: l'Europa chiedeva un intervento più attento all'effettività della garanzia

GIALUZ, Mitja
2014

Abstract

Il saggio analizza criticamente l'assetto del diritto all'assistenza linguistica nel procedimento penale italiano dopo la riforma compiuta dal d.lgs. 32 del 2014 che ha dato attuazione in Italia alla direttiva n. 64 del 2010. In particolare, vengono segnalate le carenze che ancora presenta l'ordinamento italiano con riferimento all'effettività dell'assistenza linguistica e alla qualità del servizio di interpretazione e di traduzione.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2802730
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact