In questo seminario, ci siamo interrogati su alcuni “trattamenti” e “lavorazioni” in grado di rendere concettualmente disponibili a una loro reinterpretazione progettuale oggetti edilizi e materiali urbani abbandonati, tanto più libera e indeterminata nelle possibilità future (al momento non prevedibili) quanto più slegata dalla loro storia precedente (che, al di là di ogni giudizio di valore, è comunque causa dell’abbandono in cui versano).

Re-recycle. Tecniche automatiche di alterazione del rapporto tra figura sfondo

CORBELLINI, GIOVANNI
2014

Abstract

In questo seminario, ci siamo interrogati su alcuni “trattamenti” e “lavorazioni” in grado di rendere concettualmente disponibili a una loro reinterpretazione progettuale oggetti edilizi e materiali urbani abbandonati, tanto più libera e indeterminata nelle possibilità future (al momento non prevedibili) quanto più slegata dalla loro storia precedente (che, al di là di ogni giudizio di valore, è comunque causa dell’abbandono in cui versano).
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2814929
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact