Mirantur undae, miratur nemus: variazioni di un antico tema nel libro VIII dell'Eneide.