Il contributo rivede un nozione che ha avuto molta fortuna nel dibattito, specie anglosassone, sulla traduzione, ossia l’“invisibilità” del traduttore segnalata dal traduttore e studioso statunitense Lawrence Venuti. Il contributo illustra alcune tendenze del mercato dei prodotti editoriali che puntano a una riscoperta della specificità dell’attività traduttiva da parte del grande pubblico di fruitori di opere editoriali e audiovisive, specie in quei mercati – come quelli di lingue inglese – dalla cui analisi era partito Venuti per caratterizzare il traduttore come operatore culturale “invisibile”.

Ancora invisibili? Traduzioni e traduttori nei nuovi scenari di disseminazione delle conoscenze e dei prodotti editoriali

PALUMBO, GIUSEPPE
2014

Abstract

Il contributo rivede un nozione che ha avuto molta fortuna nel dibattito, specie anglosassone, sulla traduzione, ossia l’“invisibilità” del traduttore segnalata dal traduttore e studioso statunitense Lawrence Venuti. Il contributo illustra alcune tendenze del mercato dei prodotti editoriali che puntano a una riscoperta della specificità dell’attività traduttiva da parte del grande pubblico di fruitori di opere editoriali e audiovisive, specie in quei mercati – come quelli di lingue inglese – dalla cui analisi era partito Venuti per caratterizzare il traduttore come operatore culturale “invisibile”.
9788860491138
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2838831
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact