La quasi totalità delle aree disciplinari è organizzata su due livelli; vi sono però alcune eccezioni che fanno riferimento ad una formazione di livello avanzato per l’esercizio di attività di elevata qualificazione in ambiti specifici e che richiede tempi più lunghi e unitari di formazione. Si tratta di alcuni corsi (Medicina e Chirurgia, Medicina veterinaria, Odontoiatria e protesi dentaria, Farmacia e Farmacia industriale, Architettura e Ingegneria, Giurisprudenza, Scienze della formazione primaria) che sono definiti “Corsi di Laurea Magistrale a ciclo unico”. Nel nostro ateneo questi corsi sono tutti presenti ad esclusione di Medicina veterinaria, tuttavia i corsi di laurea in Ingegneria e in Architettura sono organizzati nella formulazione del “3+2”. Il passaggio al ciclo unico non è avvenuto immediatamente con l’avvio della riforma per il corso di laurea di Giurisprudenza, ma solo nell'a.a 2007/2008 e, come evidenziato in precedenza, si possono già vedere i risultati in termini di successo nella carriera universitaria. Per Architettura, invece, il ciclo unico sarà avviato solo con l’a.a. 2014/15. A differenza delle lauree magistrali esaminate nel precedente capitolo, che prevedono un titolo di primo livello come requisito essenziale per l’ammissione, quelle a ciclo unico richiedono il solo diploma di scuola secondaria superiore o un titolo estero comparabile, quale titolo indispensabile per l’immatricolazione. L’ammissione, tuttavia, è subordinata a una prova di selezione; gli studi si articolano su 5 anni (6 anni e 360 CFU per Medicina e Chirurgia e per Odontoiatria e protesi dentaria) e per conseguire il titolo di Laurea Magistrale lo studente deve aver acquisito 300 CFU, elaborando e discutendo alla fine del percorso una tesi di ricerca. Appare evidente che questi corsi di laurea presentino livelli di impegno e durate più elevate rispetto a quelli precedentemente considerati, per questo motivo si può immaginare a priori che le carriere universitarie di questi studenti siano mediamente più brillanti.

I percorsi magistrali di laurea a ciclo unico

GRAZIOSI, GRAZIA
2014

Abstract

La quasi totalità delle aree disciplinari è organizzata su due livelli; vi sono però alcune eccezioni che fanno riferimento ad una formazione di livello avanzato per l’esercizio di attività di elevata qualificazione in ambiti specifici e che richiede tempi più lunghi e unitari di formazione. Si tratta di alcuni corsi (Medicina e Chirurgia, Medicina veterinaria, Odontoiatria e protesi dentaria, Farmacia e Farmacia industriale, Architettura e Ingegneria, Giurisprudenza, Scienze della formazione primaria) che sono definiti “Corsi di Laurea Magistrale a ciclo unico”. Nel nostro ateneo questi corsi sono tutti presenti ad esclusione di Medicina veterinaria, tuttavia i corsi di laurea in Ingegneria e in Architettura sono organizzati nella formulazione del “3+2”. Il passaggio al ciclo unico non è avvenuto immediatamente con l’avvio della riforma per il corso di laurea di Giurisprudenza, ma solo nell'a.a 2007/2008 e, come evidenziato in precedenza, si possono già vedere i risultati in termini di successo nella carriera universitaria. Per Architettura, invece, il ciclo unico sarà avviato solo con l’a.a. 2014/15. A differenza delle lauree magistrali esaminate nel precedente capitolo, che prevedono un titolo di primo livello come requisito essenziale per l’ammissione, quelle a ciclo unico richiedono il solo diploma di scuola secondaria superiore o un titolo estero comparabile, quale titolo indispensabile per l’immatricolazione. L’ammissione, tuttavia, è subordinata a una prova di selezione; gli studi si articolano su 5 anni (6 anni e 360 CFU per Medicina e Chirurgia e per Odontoiatria e protesi dentaria) e per conseguire il titolo di Laurea Magistrale lo studente deve aver acquisito 300 CFU, elaborando e discutendo alla fine del percorso una tesi di ricerca. Appare evidente che questi corsi di laurea presentino livelli di impegno e durate più elevate rispetto a quelli precedentemente considerati, per questo motivo si può immaginare a priori che le carriere universitarie di questi studenti siano mediamente più brillanti.
9788883036118
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2840683
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact