Le relazioni tra politica, letteratura, società, diventano in Italia particolarmente problematiche alla fine della seconda guerra mondiale. Branca è tra i protagonisti di un ripensamento in funzione identitaria, ma non nazionalista della nostra storia letteraria, anche per la capacità di coinvolgere intellettali e scrittori che saranno protagonisti del dopoguerra, da Calamandrei a Montale.

Vittore Branca e la fede nella storia

FINOTTI, FABIO
2014

Abstract

Le relazioni tra politica, letteratura, società, diventano in Italia particolarmente problematiche alla fine della seconda guerra mondiale. Branca è tra i protagonisti di un ripensamento in funzione identitaria, ma non nazionalista della nostra storia letteraria, anche per la capacità di coinvolgere intellettali e scrittori che saranno protagonisti del dopoguerra, da Calamandrei a Montale.
978-88-222-6328-5
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Branca e la fede nella storia.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Digital Rights Management non definito
Dimensione 1.4 MB
Formato Adobe PDF
1.4 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2843111
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact