All’avvio della nuova programmazione europea 2014-2020, nel nostro Paese ci troviamo nuovamente a discutere di politiche per le città e di una possibile Agenda urbana, con argomenti che per certi versi appaiono inediti, per altri propongono tratti noti e problematici. Il dibattito critico sulle politiche urbane di fine secolo ha già evidenziato sia aspetti di innovazione, sia persistenti fragilità e contraddizioni. Tale riflessione ha tuttavia faticato a trovare lo spazio e il tempo necessari per l’apprendimento da pratiche ed esperienze, trovandosi bloccata dalla soluzione di continuità intervenuta nell’ultimo decennio. Un periodo segnato dalla mancanza di un nuovo ciclo di politiche urbane, ma anche di occasioni di verifica offerte da osservatori e programmi di ricerca nazionali. È proprio l’urgenza di un pensiero critico, orientato all’agire, ad avere indirizzato i lavori dell’Atelier. I partecipanti sono stati invitati a riflettere su come le aspettative per un'Agenda urbana, prospettate dal nuovo ciclo di programmazione, si stiano traducendo in orientamenti e strumenti capaci di incidere significativamente sull’operato delle Amministrazioni locali italiane.

Agenda urbana europeo-italiana: un ruolo rinnovato delle città?

MARCHIGIANI, ELENA
2015

Abstract

All’avvio della nuova programmazione europea 2014-2020, nel nostro Paese ci troviamo nuovamente a discutere di politiche per le città e di una possibile Agenda urbana, con argomenti che per certi versi appaiono inediti, per altri propongono tratti noti e problematici. Il dibattito critico sulle politiche urbane di fine secolo ha già evidenziato sia aspetti di innovazione, sia persistenti fragilità e contraddizioni. Tale riflessione ha tuttavia faticato a trovare lo spazio e il tempo necessari per l’apprendimento da pratiche ed esperienze, trovandosi bloccata dalla soluzione di continuità intervenuta nell’ultimo decennio. Un periodo segnato dalla mancanza di un nuovo ciclo di politiche urbane, ma anche di occasioni di verifica offerte da osservatori e programmi di ricerca nazionali. È proprio l’urgenza di un pensiero critico, orientato all’agire, ad avere indirizzato i lavori dell’Atelier. I partecipanti sono stati invitati a riflettere su come le aspettative per un'Agenda urbana, prospettate dal nuovo ciclo di programmazione, si stiano traducendo in orientamenti e strumenti capaci di incidere significativamente sull’operato delle Amministrazioni locali italiane.
9788868432294
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Donzelli1.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Copyright Editore
Dimensione 6.41 MB
Formato Adobe PDF
6.41 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2847079
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact