In relazione a una prima parte del saggio dedicata alle argomentazioni teoriche sull'innovativo concetto sociologico di "agire agapico", presentato da Gennaro Iorio con rifermento prevalente al pensiero di Pierre Bourdieau, di Luc Boltanski e di Pitrim Sorokin, viene introdotta l'analisi di quattro esperienze empiriche: studi di caso attraverso i quali si cerca di mostrare la praticabilità del concetto proposto come strumento euristico capace di aggiungere elementi di conosca su realtà altrimenti sottaciute o inspiegate. Le caratteristiche del campo esplorato si diversificano molto nei quatto casi presi in esame: da Rosalba De Martis viene analizzata l’azione di assistenti sociali sul front line dei servizi sociali nel territorio sardo capaci di reinvestimento progettuale con persone apparentemente inadempienti, da Maritza Vasquez viene presentata un’analisi di secondo livello sul social work canadese con riferimento alla capacità di rigenerazione delle risorse emotivo-motivazionali degli operatori in relazione con persone in grave difficoltà, da Bernard Callebaut e M. Licia Paglione viene proposta l’esperienza di dialogo interreligioso tra cristiani e musulmani in una comunità algerina, da Gennaro Iorio vene presentata l’esperienza dei “beni sospesi”, in particolare il case study del “caffè sospeso” nella realtà di Napoli. Pur nella grande differenza dei contesti a cui si riferisce, l’analisi consente di rilevare in ciascun caso “atti sociali di amore agapico” riconoscibili per : motivazione primaria dell’agire, interpenetrazione dei soggetti che crea istituzione sociale, tragicità insita nell’agire, trascendimento della vita e dell’azione negli attori, rottura della regola formale, radicamento nella vita quotidiana.

Introduzione agli studi di caso

GUI, LUIGI
2015

Abstract

In relazione a una prima parte del saggio dedicata alle argomentazioni teoriche sull'innovativo concetto sociologico di "agire agapico", presentato da Gennaro Iorio con rifermento prevalente al pensiero di Pierre Bourdieau, di Luc Boltanski e di Pitrim Sorokin, viene introdotta l'analisi di quattro esperienze empiriche: studi di caso attraverso i quali si cerca di mostrare la praticabilità del concetto proposto come strumento euristico capace di aggiungere elementi di conosca su realtà altrimenti sottaciute o inspiegate. Le caratteristiche del campo esplorato si diversificano molto nei quatto casi presi in esame: da Rosalba De Martis viene analizzata l’azione di assistenti sociali sul front line dei servizi sociali nel territorio sardo capaci di reinvestimento progettuale con persone apparentemente inadempienti, da Maritza Vasquez viene presentata un’analisi di secondo livello sul social work canadese con riferimento alla capacità di rigenerazione delle risorse emotivo-motivazionali degli operatori in relazione con persone in grave difficoltà, da Bernard Callebaut e M. Licia Paglione viene proposta l’esperienza di dialogo interreligioso tra cristiani e musulmani in una comunità algerina, da Gennaro Iorio vene presentata l’esperienza dei “beni sospesi”, in particolare il case study del “caffè sospeso” nella realtà di Napoli. Pur nella grande differenza dei contesti a cui si riferisce, l’analisi consente di rilevare in ciascun caso “atti sociali di amore agapico” riconoscibili per : motivazione primaria dell’agire, interpenetrazione dei soggetti che crea istituzione sociale, tragicità insita nell’agire, trascendimento della vita e dell’azione negli attori, rottura della regola formale, radicamento nella vita quotidiana.
9788831101899
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
arujo cataldi jorio a cura di 20151127140943.pdf

non disponibili

Descrizione: pdf editoriale
Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Digital Rights Management non definito
Dimensione 1.77 MB
Formato Adobe PDF
1.77 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2848031
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact