Topolò-Topolove è un paesino di una ventina di abitanti situato a 580 m.l.m. nelle Valli del Natisone a ridosso del confine con la Slovenia, ieri Jugoslavia. La storia di queste terre è legata alla Cortina di ferro, una barriera geografica e ideologica dove l’identità italiana e quella slava sono sempre state contrapposte. Dal 1994, il paese è famoso per una manifestazione artistica internazionale, “Stazione Topolò-Postaja Topolove”. Gli artisti provenienti da tutto il mondo sono chiamati a interagire con il paese, con la sua realtà, la sua gente, il suo passato, i suoi valori simbolici, a incominciare dall’idea di confine. Stazione Topolò è nata dai suoi abitanti per opporsi a questa chiusura. L’articolo, attraverso una survey ai visitatori, traccia il profilo dei “topolonauti” tra curiosità e coinvolgimento emozionale, tra bisogno di conoscenza e di conservazione di un patrimonio di memorie e culturale tradizionale attraverso gli apporti specifici dell’arte contemporanea.

Stazione Topolò-Postaja Topolove: l’arte contemporanea come strumento di conservazione delle memorie locali

ZAGO, MORENO
2015

Abstract

Topolò-Topolove è un paesino di una ventina di abitanti situato a 580 m.l.m. nelle Valli del Natisone a ridosso del confine con la Slovenia, ieri Jugoslavia. La storia di queste terre è legata alla Cortina di ferro, una barriera geografica e ideologica dove l’identità italiana e quella slava sono sempre state contrapposte. Dal 1994, il paese è famoso per una manifestazione artistica internazionale, “Stazione Topolò-Postaja Topolove”. Gli artisti provenienti da tutto il mondo sono chiamati a interagire con il paese, con la sua realtà, la sua gente, il suo passato, i suoi valori simbolici, a incominciare dall’idea di confine. Stazione Topolò è nata dai suoi abitanti per opporsi a questa chiusura. L’articolo, attraverso una survey ai visitatori, traccia il profilo dei “topolonauti” tra curiosità e coinvolgimento emozionale, tra bisogno di conoscenza e di conservazione di un patrimonio di memorie e culturale tradizionale attraverso gli apporti specifici dell’arte contemporanea.
9788862746335
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2850082
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact