Il saggio offre una prima analisi della letteratura politica e giuridica italiana di fine Seicento in tema di ambasciatori e diritto delle genti, con riferimento agli scritti (fra gli altri) di Giovan Battista De Luca e di Carlo Maria Carafa. Cerca anche di offrire alcuni elementi di comparazione fra questi scritti e le categorie politiche dell'epoca, e tra la produzione italiana e gli scritti europei sul tema (Wicquefort, Leti).

“Ministro di pace” o spia onorevole ? Scritti sull’ambasciatore nel tardo Seicento italiano

FRIGO, DANIELA
2015

Abstract

Il saggio offre una prima analisi della letteratura politica e giuridica italiana di fine Seicento in tema di ambasciatori e diritto delle genti, con riferimento agli scritti (fra gli altri) di Giovan Battista De Luca e di Carlo Maria Carafa. Cerca anche di offrire alcuni elementi di comparazione fra questi scritti e le categorie politiche dell'epoca, e tra la produzione italiana e gli scritti europei sul tema (Wicquefort, Leti).
9788878709935
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Testi e contesti - frigo.pdf

non disponibili

Descrizione: scansione della versione editoriale cartacea
Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Copyright Editore
Dimensione 3.61 MB
Formato Adobe PDF
3.61 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2870724
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact