La rivista QuaderniCIRD pubblica il primo di due numeri monografici dedicati alla formazione degli insegnanti di discipline scientifiche, traendo spunto dai lavori delle due giornate di studio intitolate “Didattiche sinergiche per la formazione dei docenti delle Scuole secondarie. L’esperienza dei PAS scientifici attivati dall’Università degli Studi di Trieste”, svoltesi a Trieste dal 21 al 22 aprile 2015. In tale occasione è stato fatto il punto sulla situazione della formazione degli insegnanti di discipline scientifiche nell’Ateneo triestino, per quanto riguarda i Percorsi abilitanti speciali – PAS, confronto rivelatosi molto utile e costruttivo sia per i docenti universitari, che ne hanno presentato e discusso l’organizzazione didattica, sia per gli insegnanti e i futuri insegnanti, tra cui gli stessi frequentanti i corsi di abilitazione, che hanno potuto partecipare a seminari e workshop. Si è quindi ritenuto utile diffondere attraverso la rivista QuaderniCIRD i principali contributi derivati dagli interventi presentati in tale contesto. Nella prima parte di questo numero sono raccolti, oltre agli indirizzi di saluto, due contributi introduttivi. Il primo, di Daniele Del Santo, riguarda l’attività da lui svolta - in qualità di Collaboratore del Rettore per la Didattica, le Politiche per gli Studenti e il Diritto allo Studio - in merito all’istituzione e all’attivazione dei PAS presso l’Università degli Studi di Trieste. Il secondo, di Giuliano Panza, verte sul progetto “I Lincei per una nuova didattica nella Scuola: una rete nazionale”, da lui promosso in qualità di membro dell’Accademia Nazionale dei Lincei. La seconda parte è dedicata all’organizzazione dei percorsi didattici scientifici dei PAS e ai problemi ivi affrontati. Questa contiene contributi inerenti i seguenti ambiti disciplinari: matematico (Luciana Zuccheri e Franco Obersnel), fisico (Giorgio Pastore), chimico (Patrizia Nitti), biologico (Lucilla Dolzani), economico (Patrizia de Luca, Gianluigi Gallenti, Michele Bertoni e Giuseppe Citarella), di scienze della salute (Chiara Ottavia Navarra, Fulvia Costantinides e Roberto Di Lenarda), delle scienze integrate (Michele Stoppa e Patrizia Nitti) e geografico (Gianfranco Battisti e Michele Stoppa). La terza parte raccoglie e amplia gli interventi alla tavola rotonda “Le attese della scuola”, in cui il problema della formazione degli insegnanti è affrontato da diversi punti di vista: quello degli Uffici scolastici regionali (Valentina Feletti), delle Dirigenze scolastiche (Jasmin Nonis, Cinzia Scheriani, Clementina Frescura), delle Associazioni degli insegnanti di discipline scientifiche (Elide Catalfamo, Patrizia Dall’Antonia, Anna Rambelli, Gianfranco Battisti) e dei referenti per l’Università di Trieste dei Progetti di Chimica, Fisica, Matematica e Statistica del Piano nazionale Lauree Scientifiche (rispettivamente, Roberto Rizzo, Maria Peressi e Luciana Zuccheri). A tale quadro si aggiunge un contributo sulla formazione degli insegnanti nel Canton Ticino, delle autrici Loredana Addimando e Verena Zudini. Nella quarta parte di questo numero sono presenti due articoli di riflessione e ricerca sull’utilizzo delle risorse digitali nel campo della formazione dei docenti. Nel primo, di Luciana Zuccheri e Verena Zudini, si approfondisce il tema delle risorse ad accesso aperto (open access), portando come esempio la rivista QuaderniCIRD, per la quale si fa un bilancio dei risultati conseguiti e della fruizione a livello nazionale e internazionale. Nel secondo, di Caterina Bembich e Gisella Paoletti, si descrivono gli esiti di un’indagine esplorativa che analizza, considerando il punto di vista di un gruppo di insegnanti in formazione, in che modo le attività e le risorse messe a disposizione durante un percorso formativo di tipo blended vengono valutate e utilizzate dai discenti. Il numero si conclude con una galleria fotografica a cura di Michele Stoppa, Giovanni Giurco e Sonia Trento che immortala alcuni momenti della Giornata di studi del 21 aprile 2015.

Didattiche sinergiche per la formazione dei docenti delle Scuole secondarie. L’esperienza dei PAS scientifici attivati dall’Università degli Studi di Trieste. Parte prima

STOPPA, MICHELE;ZUCCHERI, LUCIANA
2016

Abstract

La rivista QuaderniCIRD pubblica il primo di due numeri monografici dedicati alla formazione degli insegnanti di discipline scientifiche, traendo spunto dai lavori delle due giornate di studio intitolate “Didattiche sinergiche per la formazione dei docenti delle Scuole secondarie. L’esperienza dei PAS scientifici attivati dall’Università degli Studi di Trieste”, svoltesi a Trieste dal 21 al 22 aprile 2015. In tale occasione è stato fatto il punto sulla situazione della formazione degli insegnanti di discipline scientifiche nell’Ateneo triestino, per quanto riguarda i Percorsi abilitanti speciali – PAS, confronto rivelatosi molto utile e costruttivo sia per i docenti universitari, che ne hanno presentato e discusso l’organizzazione didattica, sia per gli insegnanti e i futuri insegnanti, tra cui gli stessi frequentanti i corsi di abilitazione, che hanno potuto partecipare a seminari e workshop. Si è quindi ritenuto utile diffondere attraverso la rivista QuaderniCIRD i principali contributi derivati dagli interventi presentati in tale contesto. Nella prima parte di questo numero sono raccolti, oltre agli indirizzi di saluto, due contributi introduttivi. Il primo, di Daniele Del Santo, riguarda l’attività da lui svolta - in qualità di Collaboratore del Rettore per la Didattica, le Politiche per gli Studenti e il Diritto allo Studio - in merito all’istituzione e all’attivazione dei PAS presso l’Università degli Studi di Trieste. Il secondo, di Giuliano Panza, verte sul progetto “I Lincei per una nuova didattica nella Scuola: una rete nazionale”, da lui promosso in qualità di membro dell’Accademia Nazionale dei Lincei. La seconda parte è dedicata all’organizzazione dei percorsi didattici scientifici dei PAS e ai problemi ivi affrontati. Questa contiene contributi inerenti i seguenti ambiti disciplinari: matematico (Luciana Zuccheri e Franco Obersnel), fisico (Giorgio Pastore), chimico (Patrizia Nitti), biologico (Lucilla Dolzani), economico (Patrizia de Luca, Gianluigi Gallenti, Michele Bertoni e Giuseppe Citarella), di scienze della salute (Chiara Ottavia Navarra, Fulvia Costantinides e Roberto Di Lenarda), delle scienze integrate (Michele Stoppa e Patrizia Nitti) e geografico (Gianfranco Battisti e Michele Stoppa). La terza parte raccoglie e amplia gli interventi alla tavola rotonda “Le attese della scuola”, in cui il problema della formazione degli insegnanti è affrontato da diversi punti di vista: quello degli Uffici scolastici regionali (Valentina Feletti), delle Dirigenze scolastiche (Jasmin Nonis, Cinzia Scheriani, Clementina Frescura), delle Associazioni degli insegnanti di discipline scientifiche (Elide Catalfamo, Patrizia Dall’Antonia, Anna Rambelli, Gianfranco Battisti) e dei referenti per l’Università di Trieste dei Progetti di Chimica, Fisica, Matematica e Statistica del Piano nazionale Lauree Scientifiche (rispettivamente, Roberto Rizzo, Maria Peressi e Luciana Zuccheri). A tale quadro si aggiunge un contributo sulla formazione degli insegnanti nel Canton Ticino, delle autrici Loredana Addimando e Verena Zudini. Nella quarta parte di questo numero sono presenti due articoli di riflessione e ricerca sull’utilizzo delle risorse digitali nel campo della formazione dei docenti. Nel primo, di Luciana Zuccheri e Verena Zudini, si approfondisce il tema delle risorse ad accesso aperto (open access), portando come esempio la rivista QuaderniCIRD, per la quale si fa un bilancio dei risultati conseguiti e della fruizione a livello nazionale e internazionale. Nel secondo, di Caterina Bembich e Gisella Paoletti, si descrivono gli esiti di un’indagine esplorativa che analizza, considerando il punto di vista di un gruppo di insegnanti in formazione, in che modo le attività e le risorse messe a disposizione durante un percorso formativo di tipo blended vengono valutate e utilizzate dai discenti. Il numero si conclude con una galleria fotografica a cura di Michele Stoppa, Giovanni Giurco e Sonia Trento che immortala alcuni momenti della Giornata di studi del 21 aprile 2015.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
CIRD12.pdf

accesso aperto

Descrizione: Testo completo
Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Creative commons
Dimensione 16.95 MB
Formato Adobe PDF
16.95 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2889032
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact