Il Mitreo del Circo Massimo fu messo in luce negli anni ’30 durante i lavori di adattamento dell’ex pastificio Pantanella a magazzino del Reale Teatro dell’Opera. In occasione della perforazione eseguita nel 1931 per l’approfondimento dei piloni che sostengono il fabbricato si rinvenne un contesto ceramico costituito da alcuni fondi di vasi in terracotta chiara, verniciati internamente di nero con iscrizioni sul fondo riferibili ad Hercules, una serie di coppette votive, un paio di fondi di vasi in terracotta verniciata con impressa nell’argilla la clava di Ercole e altri frammenti ceramici di vario tipo, fra i quali se ne segnala uno sul quale è riportato, nel centro, un profilo femminile.

Prima del mitreo: la stipe repubblicana

FONTANA, Federica
In corso di stampa

Abstract

Il Mitreo del Circo Massimo fu messo in luce negli anni ’30 durante i lavori di adattamento dell’ex pastificio Pantanella a magazzino del Reale Teatro dell’Opera. In occasione della perforazione eseguita nel 1931 per l’approfondimento dei piloni che sostengono il fabbricato si rinvenne un contesto ceramico costituito da alcuni fondi di vasi in terracotta chiara, verniciati internamente di nero con iscrizioni sul fondo riferibili ad Hercules, una serie di coppette votive, un paio di fondi di vasi in terracotta verniciata con impressa nell’argilla la clava di Ercole e altri frammenti ceramici di vario tipo, fra i quali se ne segnala uno sul quale è riportato, nel centro, un profilo femminile.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2890507
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact