Il contributo, volto ad analizzare l’e"ettiva esistenza di una relazione privilegiata tra divinità ‘orientali’ e devoti di rango militare, propone come caso di studio quello di una dedica di un bene!ciarius consularis della Legio X Gemina alla Dea Coryphea sive Caelestis Augusta. L’iscrizione proviene da Neviodunum ed è datata al 232 d.C.: l’analisi testuale e contestuale ha permesso di proporre alcune ipotesi circa le competenze e le qualità della dea africana, la natura della dedica e i possibili luoghi di culto idonei ad ospitarla.

Militari e divinità “orientali”: a proposito della dedica Deae Corypheae sive Caelesti Aug(ustae) da Neviodunum

MURGIA, EMANUELA
2016

Abstract

Il contributo, volto ad analizzare l’e"ettiva esistenza di una relazione privilegiata tra divinità ‘orientali’ e devoti di rango militare, propone come caso di studio quello di una dedica di un bene!ciarius consularis della Legio X Gemina alla Dea Coryphea sive Caelestis Augusta. L’iscrizione proviene da Neviodunum ed è datata al 232 d.C.: l’analisi testuale e contestuale ha permesso di proporre alcune ipotesi circa le competenze e le qualità della dea africana, la natura della dedica e i possibili luoghi di culto idonei ad ospitarla.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
01.Roman_army_2016.pdf

accesso aperto

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Digital Rights Management non definito
Dimensione 1.02 MB
Formato Adobe PDF
1.02 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2890518
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact