Carla Matteini, la traduzione nel corpo della lingua