Sussiste compatibilità tra il comma 5 del d.P.R. 9 ottobre 1990, n. 309, che prevede un trattamento sanzionatorio minore allorché i fatti relativi alla disciplina penale degli stupefacenti sono di lieve entità, con l'art. 62, n. 4, c.p., che prevede una circostanza attenuante allorché si sia conseguito un lucro di particolare tenuità. Così commentando la sentenza Cass. pen., Sez. VI, 24 novembre 2016 (dep. 8 febbraio 2017), n. 5812

È applicabile alla disciplina penale degli stupefacenti l’attenuante comune del lucro particolarmente tenue?

PITTARO, PAOLO
2017

Abstract

Sussiste compatibilità tra il comma 5 del d.P.R. 9 ottobre 1990, n. 309, che prevede un trattamento sanzionatorio minore allorché i fatti relativi alla disciplina penale degli stupefacenti sono di lieve entità, con l'art. 62, n. 4, c.p., che prevede una circostanza attenuante allorché si sia conseguito un lucro di particolare tenuità. Così commentando la sentenza Cass. pen., Sez. VI, 24 novembre 2016 (dep. 8 febbraio 2017), n. 5812
stupefacenti; attenuante; lieve entità; danno lieve;
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Pittaro_stupefacenti_ attenuante.pdf

non disponibili

Descrizione: nota a sentenza
Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Digital Rights Management non definito
Dimensione 1.47 MB
Formato Adobe PDF
1.47 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11368/2895204
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact