Una delle motivazioni addotte per giustificare la città metropolitana è che essa costituirebbe una scala più efficiente per la pianificazione, produzione e fornitura dei servizi pubblici locali. In questo saggio abbiamo voluto, in primo luogo, richiamare alcune nozioni economiche che sono frequentemente usate nel dibattito teorico ed empirico sulla città metropolitana, quali le nozioni di economie di scala (densità, volume, spaziali), economie di scopo e di esternalità, utili per discutere di scala di fornitura ottimale e di assetto istituzionale efficiente. In secondo luogo, abbiamo passato in rassegna alcuni contributi importanti presentati nella letteratura internazionale ed italiana che verificano empiricamente qual è la dimensione ottimale dei Comuni sulla base delle spese amministrative generali e dei costi per la fornitura di alcuni servizi pubblici locali quali la polizia locale, l’illuminazione, la nettezza urbana e il trasporto pubblico locale. E’ emersa l’esistenza di economie di scala e di scopo e, pertanto, la necessità di ridurre i livelli di frammentazione attualmente esistenti.

Le motivazioni economiche della città metropolitana. Un'analisi della letteratura sul dimensionamento efficiente dei servizi pubblici locali

ROTARIS, LUCIA;DANIELIS, ROMEO
2016

Abstract

Una delle motivazioni addotte per giustificare la città metropolitana è che essa costituirebbe una scala più efficiente per la pianificazione, produzione e fornitura dei servizi pubblici locali. In questo saggio abbiamo voluto, in primo luogo, richiamare alcune nozioni economiche che sono frequentemente usate nel dibattito teorico ed empirico sulla città metropolitana, quali le nozioni di economie di scala (densità, volume, spaziali), economie di scopo e di esternalità, utili per discutere di scala di fornitura ottimale e di assetto istituzionale efficiente. In secondo luogo, abbiamo passato in rassegna alcuni contributi importanti presentati nella letteratura internazionale ed italiana che verificano empiricamente qual è la dimensione ottimale dei Comuni sulla base delle spese amministrative generali e dei costi per la fornitura di alcuni servizi pubblici locali quali la polizia locale, l’illuminazione, la nettezza urbana e il trasporto pubblico locale. E’ emersa l’esistenza di economie di scala e di scopo e, pertanto, la necessità di ridurre i livelli di frammentazione attualmente esistenti.
9788883037290
9788883037306
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Danielis_Le motivazioni economiche della città metropolitana.pdf

accesso aperto

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Creative commons
Dimensione 6.8 MB
Formato Adobe PDF
6.8 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2903222
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact