Il tema della dismissione delle proprietà del demanio, in particolare quello ex militare, inizia a interessare l’Italia negli anni Ottanta, costituendo un elemento rilevante delle ipotesi di pianificazione del territorio e gestione del paesaggio, assumendo via via connotati assai diversi: la ricostruzione della memoria storica e dei luoghi, la difesa di un patrimonio storico culturale, la riconversione di aree dismesse site in prossimità o all’interno dei centri urbani (dalle grandi città ai nuclei insediativi minori), il problema della bonifica bellica e ambientale dei siti di esercitazione e quello delle servitù militari. Il saggio, che introduce una sezione del volume dedicata a questi beni comuni, intende dare riferimenti utili a fare il punto sugli usi di quel patrimonio demaniale che ha avuto per lungo tempo una fruizione “esclusiva” o “specializzata”, e dunque oggi maggiormente "desiderata" da parte dei cittadini; pertanto, facendo particolare riferimento all’ex demanio militare, indaga sulle sue potenzialità e sull’interesse e la vitalità delle proposte nate dal coinvolgimento (spesso spontaneo e non “programmato” dalle amministrazioni) dei cittadini nei percorsi decisionali, nella progettazione e nella gestione di questi particolari beni comuni.

Territori e immobili demaniali dismessi come beni comuni. Introduzione

MARIN, ALESSANDRA;LEONI, VALERIA
2016

Abstract

Il tema della dismissione delle proprietà del demanio, in particolare quello ex militare, inizia a interessare l’Italia negli anni Ottanta, costituendo un elemento rilevante delle ipotesi di pianificazione del territorio e gestione del paesaggio, assumendo via via connotati assai diversi: la ricostruzione della memoria storica e dei luoghi, la difesa di un patrimonio storico culturale, la riconversione di aree dismesse site in prossimità o all’interno dei centri urbani (dalle grandi città ai nuclei insediativi minori), il problema della bonifica bellica e ambientale dei siti di esercitazione e quello delle servitù militari. Il saggio, che introduce una sezione del volume dedicata a questi beni comuni, intende dare riferimenti utili a fare il punto sugli usi di quel patrimonio demaniale che ha avuto per lungo tempo una fruizione “esclusiva” o “specializzata”, e dunque oggi maggiormente "desiderata" da parte dei cittadini; pertanto, facendo particolare riferimento all’ex demanio militare, indaga sulle sue potenzialità e sull’interesse e la vitalità delle proposte nate dal coinvolgimento (spesso spontaneo e non “programmato” dalle amministrazioni) dei cittadini nei percorsi decisionali, nella progettazione e nella gestione di questi particolari beni comuni.
978-88-908926-2-2
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Marin_Leoni_Commons.pdf

accesso aperto

Descrizione: Articolo introduttivo
Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Creative commons
Dimensione 212.5 kB
Formato Adobe PDF
212.5 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11368/2903887
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact