La normativa sui bandi e avvisi è espressione dei principi di trasparenza e concorrenza posti alla base dell’evidenza pubblica e si concretizza nella previsione per cui le amministrazioni aggiudicatrici che intendono indire un concorso di progettazione di rendere nota tale intenzione mediante un bando di concorso. Nel bando va indicato in modo chiaro ed univoco il tema del concorso, esplicitandone scopi, finalità e caratteristiche, al fine di ottenere adeguate e coerenti proposte e soluzioni progettuali e realizzare le aspettative. L'obiettivo è evidenziare la differenza tra bando di concorso e bando di gara che trova la sua genesi nella distinzione tra concorso di progettazione e appalto di progettazione. Il secondo aspetto riguarda l'affidamento al vincitore del concorso dei servizi di ingegneria. La facolt di affidamento deve essere esercitata nel bando di gara la stazione appaltante «non può discrezionalmente riservarsi la facoltà di affidare o meno l’incarico di progettazione definitiva ed esecutiva al vincitore del concorso di progettazione” in quanto “la possibilità di affidare l’incarico non può essere intesa come riserva dell’amministrazione di affidare a suo insindacabile giudizio».

Art. 153. Bandi e avvisi - Concorsi di progettazione e di idee

Andrea Crismani
Writing – Review & Editing
2017

Abstract

La normativa sui bandi e avvisi è espressione dei principi di trasparenza e concorrenza posti alla base dell’evidenza pubblica e si concretizza nella previsione per cui le amministrazioni aggiudicatrici che intendono indire un concorso di progettazione di rendere nota tale intenzione mediante un bando di concorso. Nel bando va indicato in modo chiaro ed univoco il tema del concorso, esplicitandone scopi, finalità e caratteristiche, al fine di ottenere adeguate e coerenti proposte e soluzioni progettuali e realizzare le aspettative. L'obiettivo è evidenziare la differenza tra bando di concorso e bando di gara che trova la sua genesi nella distinzione tra concorso di progettazione e appalto di progettazione. Il secondo aspetto riguarda l'affidamento al vincitore del concorso dei servizi di ingegneria. La facolt di affidamento deve essere esercitata nel bando di gara la stazione appaltante «non può discrezionalmente riservarsi la facoltà di affidare o meno l’incarico di progettazione definitiva ed esecutiva al vincitore del concorso di progettazione” in quanto “la possibilità di affidare l’incarico non può essere intesa come riserva dell’amministrazione di affidare a suo insindacabile giudizio».
978-88-217-6535-3
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
art. 153 bandi e avvisi.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Digital Rights Management non definito
Dimensione 191.41 kB
Formato Adobe PDF
191.41 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2913102
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact