L’impostazione del nuovo codice marca la differenza tra concorso di progettazione e l’appalto di servizi di progettazione nel senso di dotare di una disciplina specifica solo la prima figura, in quanto considerata un regime speciale di appalto, mentre la seconda rientra tra le figure ordinarie. Questa marcatura avvalora l’opinione che la discrezionalità dell’amministrazione possa consistere nella non assoluta identità con le regole proprie dell’affidamento degli appalti, in quanto potrebbe non salvaguardare le peculiarità dei concorsi di progettazione. Alla base dei concorsi di progettazione - come del resto dei concorsi di idee - c’è principalmente l’idea, da parte della stazione appaltante, di acquisire un prodotto di ingegno, giudicato migliore da un’apposita commissione, in luogo del ricorso ad un appalto di servizi di progettazione nel quale l’oggetto del contratto è una prestazione professionale tesa ad uno specifico risultato, per cui lo scopo della procedura è individuare un progettista ed implica, quest’ultima procedura, la richiesta di requisiti ed esperienze specifiche che non appaiono stringenti nel caso di un concorso di progettazione.

art. 154. Organizzazione dei concorsi di progettazione e selezione dei partecipanti - Concorsi di progettazione e di idee

Andrea Crismani
Writing – Original Draft Preparation
2017

Abstract

L’impostazione del nuovo codice marca la differenza tra concorso di progettazione e l’appalto di servizi di progettazione nel senso di dotare di una disciplina specifica solo la prima figura, in quanto considerata un regime speciale di appalto, mentre la seconda rientra tra le figure ordinarie. Questa marcatura avvalora l’opinione che la discrezionalità dell’amministrazione possa consistere nella non assoluta identità con le regole proprie dell’affidamento degli appalti, in quanto potrebbe non salvaguardare le peculiarità dei concorsi di progettazione. Alla base dei concorsi di progettazione - come del resto dei concorsi di idee - c’è principalmente l’idea, da parte della stazione appaltante, di acquisire un prodotto di ingegno, giudicato migliore da un’apposita commissione, in luogo del ricorso ad un appalto di servizi di progettazione nel quale l’oggetto del contratto è una prestazione professionale tesa ad uno specifico risultato, per cui lo scopo della procedura è individuare un progettista ed implica, quest’ultima procedura, la richiesta di requisiti ed esperienze specifiche che non appaiono stringenti nel caso di un concorso di progettazione.
978-88-217-6535-3
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
art 154 Organizzazione dei concorsi di progettazione e selezione.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Digital Rights Management non definito
Dimensione 198.47 kB
Formato Adobe PDF
198.47 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2913108
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact