Sul Proemio degli Anekdota di Procopio