Diventare Claudio Magris: come un germanista scopre il suo meridiano letterario