Un promo approccio allo studio dell'opera di Maxim Litvinov assertore della politica di sicurezza collettiva vista come strumento di salvaguardia della pace e come cornice all’interno della quale soddisfare gli interessi di politica estera sovietica, di cui ebbe una concezione meno dialettica e ideologica rispetto a quella staliniana, più flessibile e improntata al possibilismo piuttosto che a una rigida programmazione.

Maxim Litvinov. Un diplomatico (non laureato) a servizio della rivoluzione.

La Mantia, Cesare
2017

Abstract

Un promo approccio allo studio dell'opera di Maxim Litvinov assertore della politica di sicurezza collettiva vista come strumento di salvaguardia della pace e come cornice all’interno della quale soddisfare gli interessi di politica estera sovietica, di cui ebbe una concezione meno dialettica e ideologica rispetto a quella staliniana, più flessibile e improntata al possibilismo piuttosto che a una rigida programmazione.
978-8867-3539-41
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
53941_RANDAZZO_IMPAGINATO_LaMantia.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Copyright Editore
Dimensione 1.77 MB
Formato Adobe PDF
1.77 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2939324
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact