L'articolo propone l'analisi degli stereotipi culturali sugli italiani quali ricorrono più frequentemente nel cinema in lingua russa di epoca tardo-sovietica. Sull'esempio di lungometraggi e di serie animate televisive, con riferimento a testimonianze di letterati quali I. Calvino e G. Rodari, nonché di traduttori e traduttologi di fama internazionale quali Ju. Dobrovol'skaja e E. Solonovitch, il testo, infarcito di "false traduzioni" divenute antologiche nella coscienza popolare russa, si presenta particolarmente denso di sfide traduttive, le cui soluzioni assurgono a ruolo metateorico di esegesi testuale.

Russo turisto – obliko morale

Margherita De Michiel
2020

Abstract

L'articolo propone l'analisi degli stereotipi culturali sugli italiani quali ricorrono più frequentemente nel cinema in lingua russa di epoca tardo-sovietica. Sull'esempio di lungometraggi e di serie animate televisive, con riferimento a testimonianze di letterati quali I. Calvino e G. Rodari, nonché di traduttori e traduttologi di fama internazionale quali Ju. Dobrovol'skaja e E. Solonovitch, il testo, infarcito di "false traduzioni" divenute antologiche nella coscienza popolare russa, si presenta particolarmente denso di sfide traduttive, le cui soluzioni assurgono a ruolo metateorico di esegesi testuale.
978-5-91103-558-7
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Kino_Italy_Russia_maket_blackform_15.07_it_press.pdf

non disponibili

Descrizione: Volume
Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Copyright Editore
Dimensione 10.6 MB
Formato Adobe PDF
10.6 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11368/2975677
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact