"La prosa del mondo". Parole tra paesaggio e progetto