L'incompatibilità per il giudice derivante dalla precedente cognizione della controversia